Salta navigazione.
Home
sito repubblicano nella sinistra

Documenti

  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /home/onovefej/public_html/sites/all/modules/views/views.module on line 906.
  • strict warning: Declaration of views_handler_field_comment::init() should be compatible with views_handler_field::init(&$view, $options) in /home/onovefej/public_html/sites/all/modules/views/modules/comment/views_handler_field_comment.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /home/onovefej/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /home/onovefej/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_boolean_operator::value_validate() should be compatible with views_handler_filter::value_validate($form, &$form_state) in /home/onovefej/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter_boolean_operator.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /home/onovefej/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /home/onovefej/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /home/onovefej/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.

Documenti segnalati dalla Redazione sul movimento repubblicano italiano.

IL DIBATTITO NELL'AMI : L'EUROPA

L'assemblea dell' AMI a Genova di dicembre ha prodotto 4 documenti di discussione (Europa, istituzioni, laicità, economia) invitando i dirigenti e gli iscritti a diffonderli e discuterli . D'accordo con gli amici di Repubblicae Progresso dirigenti dell' AMI ampliamo la discussione a tutti coloro che vorranno dare il proprio contributo

Iniziamo con il documento sull' Europa

 

 

 

Genova, 10 dicembre 2011

 

Gruppo di Lavoro: Europa politica e globalizzazione della politica

 

22 DICEMBRE 1947 ore 18.30 VIENE APPROVATA LA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA

 

l 22 dicembre 1947 l’ Assemblea costituente approvava la Costituzione della Repubblica Italiana

Riproduciamo qui sotto l’ articolo de la Stampa ,  un documento a nostro avviso significativo ,nonostante una prosa piena di retorica e di un certa civetteria nel descrivere i particolari mondani

La seduta antimeridiana era finita in ritardo per l’ improvvida idea del democristiano La Pira di proporre all’ ultimo momento un emendamento che aprisse al Costituzione invocando il nome di Dio.

I COSTI DELLA CHIESA , SEI MILIARDI E OTTANTASEI MILIONI DI EURO, iniziative sull' ICI

il sito dell' Unione Atei Agnostici Razionalisti calcola in più di 6  miliardi di Euro le risorse che lo stato italiano ogni anno trasferisce o che rinuncia ad acquire a favore della Chiesa e di istituzioni ad essa ricondicibili  . Ovviamente non si può considerare l'UAAR una fonte super partes , ma l' elenco è dettagliato e documentato .

http://www.icostidellachiesa.it/

Molte sono in questi momenti di aspro confronto sui pesantissimi sacrifici imposti ai soliti noti della popolazione italiana perchè parte di questi costi siano recuperati ad esempio tassando i beni immobili esentati dall' ICI benchè siano parzialmente adubutu a attività commerciali .

Micromega ha lanciato una raccolta di firme

ARTICOLO PRIMO DELLA COSTITUZIONE , LE MOTIVAZIONI DEI REPUBBLICANI ALLA COSTITUENTE

Fra le varie proposte di modifica costituzionale da un po' circola anche quella di cambiare il primo comma della Costituzione “L' Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro”, fu accusata di essere una formula vecchia e frutto della mentalità catto-comunista . Meglio del lvaoro si diceva “la libertà”.

Fra i paladini di questa tesi non poteva mancare Angelo Panebianco che riprendeva l'argomento sul Corriere della Sera del 22 aprile di quest' anno

 

EDERA ROSSA: MAZZINIANESIMO FRA LAICISMO E RELIGIOSITA'

Mazzini non poteva essere annoverato tra i cattolici ma , al di là, dell'ammirazione per la figura storica di Cristo, nemmeno tra i cristiani.

I GIOVANI REPUBBLICANI DEGLI ANNI 20, L’OTTUSITA’ BOLSCEVICA NON GIUSTIFICA UN AVVICINIMANTO AI FASCISTI

Tra i quaderni di storia repubblicana curati da Giovanni Spadolini per Le Monnier negli anni 80  spicca un bellissimo ( e purtroppo raro) “ I Repubblicani di fronte al fascismo (1919-1926)” di Santi Fedele molti sono gli spunti. Il libro affronta il tema del rapporto fra repubblicanesimo bolscevismo e fascismo nei primi anni 20.

IL PRI CHE FU , LE POLEMICHE FRA PACCIARDI E I LIBERALI SULLA REPRESSIONE DEL FASCISMO

Pacciardi nel novembre 1950 non potè battersi a duello con il segretario del PLI milanese perché ne era impedito dalla carica istituzionale di Ministro della difesa. Ma cominciamo da principio (il prezioso archivio on line de "la Stampa ci permette di ricostruire la vicenda): si discuteva in quel periodo della legge che per la repressione del rinascente fascismo , i repubblicani con il loro segretario Pacciardi erano decisi fautori della legge , i liberali malgrado le ferite ancora aperte della dittatura ( finita da appena un quinquennio) opponevano la formale difesa del diritto di opinione.

UGO LA MALFA E LA SINISTRA

Io e il comunismo

di Ugo La Malfa

lamalfa ugo.jpg (5104 byte)

 

La prolusione di Mattarelli per la visita di Napolitano a Ravenna

Pubblichiamo integralmente la prolusione pronunciata dall amico Sauro Mattarelli ieri  al teatro Alighieri di Ravenna in occasione della visita del Presidente Napolitano.

Inutile dire che il fatto che questo ruolo sia statoa ffidata ad un Mazziniano dimostra che quando ci sono gli uomini validi la nostra scuola di pensiero riesce ad avere ancora spazio

 

 

 

Ravenna e l’Unità d’Italia

 

I REPUBBLICANI DI UNA VOLTA AURELIO NATOLI , CONTRO IL FASCISMO E I CONFLITTI DI INTERESSE

Aurelio Natoli, nato il 1888 a Roma, lavorò all’“Italia del popolo” tra il 1919 e 1920; direttore della “Voce repubblicana” nel 1922 emigrò dopo l’ instaurazione del regime fascista  e fu redattore capo dell’organo della Concentrazione antifascista in Francia “La libertà”. 
Fu eletto nella Assemblea costituente per il PRI e possiamo considerarlo uno degli antesignani della lotta al “conflitto di interessi”