Salta navigazione.
Home
sito repubblicano nella sinistra

NOVE FEBBRAIO 1849 LA REPUBBLICA ROMANA

Quest' anno auguriamo buon 9 febbraio a tutti gli amici con un bel video realizzato due anni fa dalla Provincia di Bologna , utilizzando alcune delle scene di "Nel nome del popolo sovrano" di Luigi Magni

qui il link alla seconda parte del Video

http://www.youtube.com/watch?v=e2JW1-hWJYQ

 

AMI : MARIO DI NAPOLI A BUDRIO PER L'EUROPA

 

 

p1010320Prof Mario di Napoli

L' Associazione Mazziniana di Bologna ha celebrato la ricorrenza del 9 febbraio a Budrio , cittadina della pianura bolognese , patria di Quirico Filopanti che vanta una consistente presenza di repubblicani e mazziniani . Questa del 2013 è stata la 25° edizione della celebrazione .

Presenti un centinaio di ospiti la serata ha avuto il suo momento più significativo con la prolusione di mario di Napoli , presidente nazionale dell' Associazione Mazziniana

Di Napoli ha ripercorso il senso storico della ricorrenza : il decreto fondamentale della Repubblica Romana che dichiarava decaduto il potere temporale del Papa , garantendo “tutte le guarentigie necessarie per l'indipendenza nell'esercizio della sua potestà spirituale “

Il Presidente dell' AMI ha sottolineato il triplice valore , Italiano , Europeo e Globale della breve esperienza della Repubblica Romana : con quegli avvenimenti del '49 infatti divenne irreversibile sia la scelta unitaria che quella di Roma capitale , facendo di fatto decadere le ipotesi sia neo guelfa che neo ghibellina . Nello stesso tempo di fronte all' Europa si compì l' esperimento più avanzato di vera democrazia d tutto il continente, tanto da convincere Luigi Napoleone ad intervenire in spregio alla stessa costituzione francese per non permettere la sopravvivenza di un esempio opposto al tipo di stato fondato sulla sovranità popolare ma in un interpretazione conservatrice e bigotta che intendeva instaurare . In tutto il mondo infine si ebbero le ripercussioni dell'abolizione di un istituto millenario come il potere temporale della Chiesa

Purtroppo il Mazzinianesimo e la sua realizzazione nella Repubblica Romana rappresenta anche un messaggio tutt'ora inascoltato , sia a livello italiano che europeo, nel nostro paese la separazione tra Stato e Chiesa non è un obbiettivo ancora raggiunto , anzi si notano negli ultimi anni pericolosi arretramenti , così l' aspirazione ad una democrazia reale sembra allontanarsi , basta considerare il tipo di regime elettorale con cui fra pochi giorni saremo costretti a votare per la terza volta.

Ed infine il concetto di popolo che avrebbe dovuto caratterizzare la Terza Roma, si fonda con il messaggio europeo . Il prossimo anno, anno elettorale per il Parlamento Europeo, sarà il 180 anniversario della fondazione della giovane Europa , si auspica che il prossimo governo e il prossimo parlamento sapranno celebrare questo anniversario in modo sostanziale , contribuendo a far progredire un effettivo federalismo europeo, non un Europa fondata sulla diplomazia dei governi nazionali o peggio , sulle ragioni economiche degli affari , ma su un effettiva sovranità popolare. Tra dieci anni l' Europa o sarà gli Stati Uniti d'Europa , o non sarà.